Professione in Famiglia incontra la Regione Veneto

VENETOOggi, 10 gennaio, una delegazione di Professione in Famiglia è stata ricevuta dall’Assessore ai Servizi Sociali della Regione Veneto, Manuela Lanzarin .

È stato presentato il recente accordo sindacale che regolamenta la figura di Operatore sociale e ci si è confrontati sul fenomeno del ricorso all’assistenza famigliare verso la persona, in particolare per coloro non più autosufficienti.

Lo studio elaborato dall’associazione sul fenomeno di assistenza extra sanitaria nella regione, rappresenta con chiarezza la crescita del servizio di badantato, passato dal 39% del 2011 (27.427) al 48,3% del 2015 (32.165) e di un rapporto di 1 badante ogni 63 famiglie e di 1 domestico ogni 30.

Altro dato significativo è l’invecchiamento delle badanti. Nel 2011, le badanti che avevano più di 49 anni erano il 34,2%, nel 2015 è passato al 45,5%.

Nel 2015, i veneti hanno speso 450 milioni per il servizio domestico, di questi, il 56,2% per l’assistenza alla persona.

Il 64% dei datori di lavoro supera i 60 anni.

Il 29% delle famiglie assisterebbe direttamente il proprio caro, mentre il 33% cercherebbe una badante. Solo l’8% si rivolgerebbe al servizio pubblico.

Il 64% ricercherebbe la badante attraverso il passa parola e solo l’8% attraverso una agenzia specializzata.

Questi dati, arricchiti e confrontati con quelli della Regione Veneto denotano la necessità di un maggiore governo del fenomeno dell’assistenza alla persona, che l’ente pubblico non potrà mai garantirne la copertura ma potrebbe indirizzare e promuovere politiche sociali in grado di migliorare la qualità professionale in un rapporto con gli enti preposti alla salute e all’assistenza.

Lo strumento contrattuale dell’operatore d’aiuto potrà essere di utilità proprio perché permetterebbe alle lavoratrici di uscire dall’anonimato e dal lavoro nero, le famiglie avere un servizio qualificato e l’ente pubblico indirizzare l’assistenza verso strutture patrocinate.

L’incontro si è concluso con l’interesse dell’Assoessorato nell’approfondire l’argomento e predisporre politiche adeguate nel prossimo futuro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...