Il Procuratore d’aiuto è una figura professionale prevista dal CCNL servizi di ausilio familiare.

Il Procuratore d’aiuto è un professionista esperto nella consulenza e supporto a famiglie che hanno la necessità di ricevere corrette informazioni sul come prendersi cura dei propri cari.

Facciamo qualche esempio:

  • Il parente che si prende cura di un familiare non autosufficiente non ha necessità di cercare una badante o un operatore d’aiuto ma di pianificare meglio il proprio tempo assistenziale, sbrigare atti amministrativi, coordinarsi con gli altri familiari, essere supportato psicologicamente in particolari momenti di stress.
    • Il Procuratore d’aiuto può consigliare soluzioni efficaci e supportare la famiglia, direttamente o tramite professionisti selezionati. Può fornire informazioni utili su diritti fiscali, sanitari, sussidi, ecc.
  • La famiglia è alla ricerca di servizi assistenziali o sanitari domiciliari
    • Il Procuratore d’aiuto può fornire utili informazioni attraverso un piano di assistenza personalizzato e indirizzare la famiglia verso la soluzione più funzionale ed economica.
  • I familiari non possono garantire la necessaria assistenza per la lontananza dall’abitazione della persona anziana
    • Il Procuratore d’aiuto può fornire tutti i supporti necessari di prima necessità e di monitoraggio della persona, aggiornando i familiari sulle condizioni del proprio caro.
  • L’anziano viene ricoverato in una struttura residenziale
    • Il Procuratore d’aiuto può ricevere una procura speciale prevista dal codice civile per verificare la corretta applicazione del contratto di ospitalità e delle leggi in vigore.