RICERCA STATISTICA SETTORE DEI SERVIZI PRIVATI DI ASSISTENZA DOMICILIARE

Professione in Famiglia, in funzione della rappresentanza di imprese che forniscono servizi privati di assistenza domiciliare, per le quali ha sottoscritto apposito CCNL il 9 gennaio 2020 e, in precedenza un Accordo sindacale nazionale che regolamentava le forme di cococo nel settore, ha predisposto una ricerca nello specifico comparto.

Il comparto di queste imprese viene codificato con precisione con due specifici codici:

ATECO 88.10 Assistenza sociale non residenziale per anziani e disabili

ATECO 88.99. Altre attività di assistenza sociale non residenziale

Le imprese osservate forniscono servizi privati che raramente soggiacciono alla forma di gara d’appalto e quindi adottano modalità organizzative diverse e più adeguate alla domanda privata delle famiglie per servizi di ausilio familiare urgenti, straordinari e non programmabili.

Senza titolo

Si è innanzitutto rilevato il numero complessivo delle imprese attraverso la banca dati delle Camere di Commercio.

Il numero complessivo è pari a 1248.

Al suo interno, suddividendo queste per natura giuridica, la netta prevalenza è composta da cooperative sociali o consortili.

2

 

La suddivisione tra le due classificazioni Ateco riparte alla pari le due tipologie, confermando la possibile sovrapposizione dei servizi.

 

Si è quindi estrapolato il dato della tipologia sociale studiando esclusivamente le imprese tipicamente commerciali riconducibili alle cooperative sociali, consortili, Snc e Srl.

Il dato emerso focalizza l’attenzione su 1082 imprese.

3La collocazione geografica mette in evidenza la forte presenza delle imprese in Lombardia e Lazio.

Il nord ovest è l’area più popolata dalle imprese.

Più omogenea la presenza nelle altre aree del Paese.

4

5

Studiando l’anno di nascita delle imprese si riscontra una forte crescita negli ultimi due decenni (65%), coincidente con la crescita della domanda di assistenza domiciliare per anziani e della 4° età.

 

Il comparto conferma una forte presenza imprenditoriale femminile con la netta prevalenza di genere tra i lavoratror*. Il dato dei lavoratori non è riscontrabile statisticamente in quanto non vengono rilevate le forme di cococo, prevalentemente utilizzate nel settore.

Dalla media dei collaboratori rilevati nelle aziende aderenti a Professione in Famiglia si potrebbero quantificare nel settore circa 27.000 operatori in cococo.

6

Roma, 30 giugno 2020

A cura del Dipartimento studi e ricerche di Professione in Famiglia

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...