Assemblea nazionale

Si rende pubblico che Professione in Famiglia ha convocato per il giorno 19 giugno 2018 l’Assemblea Nazionale e a seguire il Consiglio Direttivo.

L’Assemblea si riunirà in prima convoca alle ore 8:30 e, in assenza di numero legale, in seconda convoca alle ore 9:30.

L’Assemblea si terrà presso la Libreria Letteraria in via Quattro Fontane, 130 – Roma.

L’ordine del giorno dell’assemblea sarà il seguente:

  1. Bilancio economico dell’associazione
  2. Elezione degli organismi

Al termine dell’ Assemblea si riunirà il nuovo Consiglio Direttivo per discutere il seguente ordine del giorno:

  1. Elezione del Presidente e vice Presidente
  2. Programma di attività associativa
  3. Costituzione EBAF
  4. Quote sociali
  5. Servizi associativi
  6. Convenzioni
  7. Sezioni territoriali
  8. Deleghe alla presidenza
  9. Varie ed eventuali

Professione in Famiglia incontra la rete UMANA Persone

La presidenza dell’associazione ha incontrato i rappresentanti di Umana Persone, una Rete di 12 imprese cooperative sociali operanti nella regione Toscana e specializzata nella fornitura di servizi di assistenza domiciliare.

Si sono approfondite le tematiche relative ai fabbisogni di assistenza alla persona, puntualizzando gli aspetti relativi all’ausilio familiare e i servizi informativi della Regione volti ad agevolare l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro domestico.

L’esperienza di “Pronto badante”, consistente nel raccogliere personale domestico ed esaminare il fabbisogno di assistenza delle famiglie, ha prodotto nei due anni di sperimentazione un discreto numero di affluenze e sussidi finalizzati ad agevolarne l’occupazione.

È di parere comune la necessità di evolvere tale esperienza fornendo alle famiglie strumenti più evoluti di servizio, utilizzando il sistema delle cooperative sociali. Aziende strutturate e specializzate a prendersi in carico la persona per l’intero ciclo di assistenza socio-sanitaria-assistenziale, compresi gli aspetti di ausilio familiare, normalmente forniti da lavoratrici domestiche ma con modalità informali e senza adeguata preparazione.

Lo strumento contrattuale che regolamento gli Operatori d’aiuto è stato giudicato adattabile alle condizioni di straordinarietà, occasionalità e non programmabilità del settore. Si sono quindi approfonditi gli aspetti remunerativi e normativi dell’accordo sottoscritto da Professione in Famiglia e concordato un successivo approfondimento per una collaborazione più stringente.