NON AUTOSUFFICIENZA – UNA SVEGLIA ALLA POLITICA

Nasce una coalizione di organizzazioni che vogliono affrontare il problema non autosufficienza anche in relazione al PNRR (Piano Nazionale di Riforme e Resilienza) che si deve mettere a punto in ragione dei programmi europei Next Generation EU (NGEU) e cioè i programmi di spesa degli oltre 200 miliardi di Euro messi a disposizione della Unione Europea per l’Italia.

Si parte dalla costatazione che tutte le proposte fin’ora circolate non parlano di non autosufficienza, ma in generale di sanità.

Si rievidenzia un problema da noi denunciato da quando la nostra associazione è nata (2012): le forze della politica e perfino le gradi forze della rappresentanza sociale, sembrano non interessarsi al problema salvo cenni propagandistici ogni tanto.

Abbiamo sempre sostenuto che fosse necessaria una coalizione (una alleanza) tra le organizzazioni che hanno a cuore il problema e che hanno idee su come affrontarlo.

Siamo finalmente alla nascita di una tale coalizione. Ci si è messo alla testa il Prof. Cristiano Gori della Università di Trento, già promotore della Alleanza contro la povertà. La nostra associazione è dentro questa coalizione con le sue idee da confrontare e mediare con le altre conformemente agli obiettivi generali del PNRR.

L’iniziativa ha già dato la sveglia alla grande stampa. Su il Corriere della sera del 12 marzo un articolo di fondo di Dario Di Vico dà la notizia sottolineandone il valore e la concretezza di proposta.

Tutte le notizie su www.luoghicura.it con l’intera piattaforma e una sua sintesi.

Faremo la nostra parte in questa battaglia.

Aldo Amoretti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...