Un fronte comune per il lavoro domestico

I vari provvedimenti emanati dal Governo per contrastare la diffusione del Cornavirus hanno giustamente rafforzato il sistema sanitario e supportato le imprese e i lavoratori che hanno dovuto sospendere l’attività.

Purtroppo, la scarsa sensibilità verso i settore dell’assistenza di ausilio domiciliare fornito in prevalenza da lavoratrici domestiche, è stata esclusa.

Molto lavoro di assistenza a persone anziane viene garantito attraverso badanti e operatori d’aiuto ma, tolto il bonus baby sitting in forma complessa, nessun’altra azione è stata adottata.

Molte associazioni di datori di lavoro domestico hanno preso posizione singolarmente, evidenziando tale limite.

Professione in Famiglia ha formalmente chiesto a queste associazioni di potersi incontrare e definire una posizione comune da proporre al Governo, cercando di coinvolgere le organizzazioni sindacali del settore e le associazioni degli immigrati.

Attendiamo fiduciosi una risposta positiva.

lettera associazioni datoriali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...