AVVISO BONARIO INPS per i datori di lavoro domestico

L’inps, come precisato nel messaggio 504 del 9 Gennaio, invierà l’avviso bonario ai datori che non hanno pagato regolarmente i contributi delle proprie colf e badanti e in particolare invieranno tale avviso a chi si trova in queste tre condizioni:

– rapporto di lavoro non cessato iscritto entro il 31 dicembre 2011;
– trimestri mancanti fino al secondo trimestre 2012
– richiesta ditrimestri ricandenti entro i termini prescrizionali

Successivamente saranno controllati anche i versamenti mancanti dei rapporti di lavoro cessati ed emersi in base alla legge 102 /2009.
In passato, quando erano stati presi in considerazione i rapporti attivati entro il 2009, era stata spedita una lettera di richiesta di adeguamento della posiizione e solo dopo una mancata risposta da parte del datore era stato mandato l’avviso bonario. Ora invece, a fronte delle irregolarità segnalate dall’inps direttamente con l’avviso bonario, il datore di lavoro può:

comunicare l’eventuale cessazione del rapporto tramite sito internet o contact center
oppure inviare copia e ricevuta della comunicazione di cessazione già presentata ma che evidentemente non è stata registrata
-oppure comunicare il pagamento dei trimestri risultanti scoperti o eventuali motivi di sospensione dell’obbligo contributivo.

Dal momento in cui si riceve l’avviso bonario, che ha anche l’effetto di interrompere la prescrizione, il datore ha 30 giorni a disposizione per regolarizzare la posizione o chiedere una rateazionedel versamento richiesto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...